01 June 2016

La Repubblica – Via ai lavori per la casa del rugby e degli sport acrobatici

Il cantiere: Un piano da 4,5 milioni al Centro Crespi

La repubblica-Via ai lavori per la casa del rugby e degli sport acrobatici_2

C’è un nuovo futuro per il centro sportivo Crespi, destinato a diventare il tempio del freestyle da una parte e del rugby dall’altra.
Dove oggi c’è un prato e vecchi spogliatoi sorgerà un nuovo edificio dedicato agli sport acrobatici e verrà rifatto tutto il campo da rugby.
I lavori nel centro comunale di via Valvassori Peroni, a Cittò Studi, partiranno a metà giugno. L’investimento totale è di 4,5 milioni, a carico di due associazioni sportive e coperti da una garanzia fideiussoria del Comune.
Sono 3,5 i milioni che investe Zero-Gravity, capitanata da Andrea Poffe, per realizzare un nuovo impianto sportivo polifunzionale su un’area di oltre diecimila metri quadrati da destinare a varie attività. Al coperto ci saranno trampolini elastici, vasche con cubi di gommapiuma, tatami e attrezzature tipiche della ginnastica acrobatica, del parkour e delle discipline aeree, con spogliatoi e un’area di primo soccorso.
Nella parte esterna invece saranno realizzati due campi da beach volley e uno di calcetto in erba naturale.
I lavori dureranno circa un’anno. Ma sarà pronta molto prima, forse già da settembre, l’area dedicata al rugby, la promuove l’Amatori & Union Rugby Milano. Il progetto che vale circa un milione, prevede il rifacimento del campo, una tribuna da 600 posti e sei spogliatoi con relativi bagni.
Il rilancio del Crespi rientra nel piano di valorizzazione dei centri cittadini, anche grazie all’impegno delle associazioni sportive. Ed è proprio per la promozione dello sport di base che la giunta Pisapia, in scadenza, ha confermato1,2 milioni per un bando a sostegno delle associazioni sportive.
“Milano sa innovare anche nello sport – commenta l’assessore Chiara Bisconti -.
Dopo il primo centro di parkour in Italia ora arriva anche il primo impianto di freestyle, grazie all’energia di giovani soggetti capaci di dar vita a progetti imprenditoriali importani”. Intanto riaprirà domani, dopo 15 anni, la pista del Vigorelli. Per la Festa della Repubblica ci sarà un’apertura speciale dell’impianto: su due turni, uno al mattino dalle 9 alle 12 e uno al pomeriggio dalle 14:00 alle 17:00, circa 60 ciclisti torneranno a pedalare nel celebre velodromo e 500 milanesi potranno assistere (mandando una mail a bentornatoVigorelli@comune.milano.it).
In pista ci saranno campioni italiani, Ct della nazionale, vecchie glorie ma anche cittadini esperti delle due ruote.
L’evento è organizzato dalla federazione Ciclistica e dal Comitato Vigorelli. La pista poi riaprirà a settembre per gli allenamenti mentre il velodromo, oggetto di un restauro da 6,5 milioni, non sarà pronto prima della stagione 2018-2019

Fonte: La Repubblica – Ilaria Carra

Il nostro sito usa cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci consentono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su Accetto per chiudere questa informativa e proseguire la navigazione, oppure approfondisci cliccando Maggiori informazioni e leggi come rifiutare tutti o ad alcuni cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi